Prossimi eventi

Aggiornamenti Email

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere gli aggiornamenti dei nuovi articoli pubblicati direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Unisciti a 150 altri iscritti

Author Archives: livia

“Lotta biologica e dintorni” di Roberto Grassetti

Cliccando qui è possibile scaricare la presentazione in formato PDF di Roberto Grassetti.

Programma delle conferenze e delle riunioni: secondo quadrimestre 2019-2020

Il Consiglio Direttivo vi presenta il programma delle conferenze del primo quadrimestre. L’inizio degli incontri dell’Associazione è alle ore 15,30 con le comunicazioni ai soci delle eventuali novità decise dal consiglio direttivo. Inoltre si invitano i Soci a collaborare con la Direzione dell’Orto Botanico in tutte le sue attività. Gli incontri possono subire delle variazioni.

  • 6 febbraio

Dott. Stefano Marzullo, “Potature invernali nelle piante ornamentali”.

  • 13 febbraio
Dott.ssa Miriam Lorenzani, “Psicologia ecologica”.
  • 20 febbraio

Dott. Paolo Lavezzo, “Le piante eduli”.

  • 27 febbraio
Dott. Andrea Lezzi, “Le lavande: profumate distese viole. Le ultime scoperte”.
  • 5 marzo
Dott.ssa Flavia Calò, “La foglia: confronti di strategie evolutive, curiosità, adattamenti agli ambienti, variabilità delle forme”.
  • 12 marzo
Arch. Beatrice Venturini Sylos Labini, “Storia del giardino: il Rinascimento e Villa d’Este”.
  • 19 marzo
Dott.ssa Talia Lamanna, “Lucuma. Il dolcificante naturale”.
  • 26  marzo
Dott. Paco Donato, “Il giardino giapponese”.
  • 9 aprile
Escursione botanica a cura della dott.ssa Elvira Imbellone.  
  • 16 aprile
Dott. Flavio Tarquini, “Ultime scoperte sulla fisiologia vegetale”.
  • 23 aprile

Prof. Giovanni Buccomino, “Le piante nei giardini storici”. 

  • 7 maggio
Dott.ssa Wanda Del Valli, “Piante succulente: utili a migliorare la qualità dell’aria”.
  • 14 maggio

Assemblea dei soci.

  • 21 maggio

Conferenza da definire.

  • 28 maggio

Dott.ssa Alessandra Celant [titolo da definire].

   

Ecco il programma di gite e passeggiate organizzate con l’associazione Scienza Verde:

  • 8 febbraio 2020: Ara Coeli. a cura di Maria Franca Valeri;
  • 7 marzo 2020: duomo di san Giovanni, Scala Santa e battistero, a cura di Maria Franca Valeri;
  • 28 marzo 2020: Velletri e le camelie (in pullman, visita guidata);
  • 2-5 aprile 2020: Stresa e le isole Borromee (prenotazioni chiuse);
  • 18 aprile 2020: Villa Lante a Bagnaia e le peone di Vitorchiano;
  • 9 maggio 2020: Vasanello (il castello Orsini, il giardino medievale e il Borgo dei Vasai);
  • 23 maggio 2020: Ninfa e Norma (in pullman, visita guidata e pranzo);
  • 5-7 giugno 2020: abbazia di san Vincenzo (Rocchetta al Volturno) (corso stanziale di riconoscimento e elaborazione delle erbe con Maria Antonietta Sinibaldi Zampaglione);
  • 20 giugno 2020: Farfa, le gole, la riserva naturale e l’abbazia alto-medievale di san Donato (trekking e picnic).

Concorso fotografico “Ezio Pellegrini” 2020

Sono qui presentate le foto vincitrici del concorso fotografico 2020.

Sezione botanica generale

  • 1° classificata: “Tramonto d’agosto” di Giuseppina Paci
  • 2° classificata: “Capperi… che sbocciatura” di Roberto Grassetti

Sezione “Piante tenaci”

  • 1° classificata: “Intrecci” di Emilia Pomi
  • 2° classificata: “A picco” di Marisa Bruno
"Tramonto d'agosto" di Giuseppina Paci

“Tramonto d’agosto” di Giuseppina Paci

"Capperi... che sbocciatura" di Roberto Grassetti

“Capperi… che sbocciatura” di Roberto Grassetti

"Intrecci" di Emilia Pomi

“Intrecci” di Emilia Pomi

"A picco" di Marisa Bruno

“A picco” di Marisa Bruno

Maria Antonietta Sinibaldi Zampaglione,“Leonardo: botanico erborista e cuoco”

Difficile racchiudere tale personaggio in una sintesi, anche se ciò che ho trattato ha attinenza solo con la Botanica e i suoi quadri giardino e con dei pettegolezzi sui suoi errori come architetto di bagni e cucine alla corte di Ludovico Sforza.

Non si possono tralasciare le sue geniali intuizioni botaniche, confermate quasi completamente solo dopo circa 200 anni dai nostri più grandi scienziati, né possiamo non dilettare il nostro spirito e il nostro senso estetico di fronte ai suoi, purtroppo pochi, quadri dove il paesaggio è limitato dalle colline della sua infanzia e dove l’acqua onnipresente bagna i prati ricchi di fiori e piante acquatiche creando i giardini della sua fantasia.

L’ultima parte della lezione mette in risalto un Leonardo pasticcione con mille idee forse troppo moderne perché possa essere compreso nel 1490 ma ci sono molti dubbi su queste testimonianze di corte che sanno sempre di cattiveria, meglio è la sua probabile passione per il “bon ton” e la cucina dell’epoca nonostante l’oscurità della provenienza: un ipotetico “Codice Romanoff”.

Bibliografia essenziale

Fritjof Capra, Leonardo e la botanica: un discorso sulla scienza delle qualità, Sansepolcro, Aboca, 2018

Leonardo da Vinci, Scritti scelti, a cura di Anna Maria Brizio, Torino, Unione tipografico-editrice torinese, 1952

Leonardo da Vinci, Trattato della pittura, introduzione e apparati a cura di Ettore Camesasca, Vicenza, Neri Pozza, 2000, in part. Parte sesta: degli alberi e delle verdure

Gian Alberto Dell’Acqua (a cura di), Leonardo e Milano, Milano, Banca popolare di Milano, 1982

William. A. Emboden, Leonardo da Vinci on plants and gardens, foreword by Carlo Pedretti, London, Helm, 1987

Walter Isaacson, Leonardo da Vinci, Milano, Mondadori, 2017

Carlo Pedretti, Leonardo, Bologna, Capitol, 1979

Carlo Pedretti, Leonardo architetto, Milano, Electa, 1981

Carlo Pedretti, The Codex Atlanticus of Leonardo da Vinci: a catalogue of its newly restored sheets, New York, Johnson reprint corporation, 1978

Shelag e Jonathan Routh (a cura di), Note di cucina di Leonardo da Vinci, Roma, Voland, 2005

 

 

 

Rosa Muoio, “Alla scoperta dell’ Orto Botanico di Napoli”

Cliccando qui è possibile scaricare il Power Point della conferenza tenuta Rosa Muoio.

“Laboratorio erboristico: casa, cura e bellezza” di Maria Caterina Ranieri

Cliccando qui sotto sul file è possibile scaricare la presentazione dell’intervento.

LABORATORIO ERBORISTICO CASA CURA E BELLEZZA di MARIA CATERINA RANIERI

Programma delle conferenze e delle riunioni: primo quadrimestre 2019-2020

Il Consiglio Direttivo vi presenta il programma delle conferenze del primo quadrimestre. L’inizio degli incontri dell’Associazione è alle ore 15,30 con le comunicazioni ai soci delle eventuali novità decise dal consiglio direttivo. Inoltre si invitano i Soci a collaborare con la Direzione dell’Orto Botanico in tutte le sue attività. Gli incontri possono subire delle variazioni.

  • 3 ottobre

ore 15:30 Apertura dell’anno sociale. Iscrizione dei soci. Presentazione del programma.
ore 16:00 Dott. Marco Stefanelli, “Le piante acquatiche”.

  • 10 ottobre
Dott. Giorgio Narducci, “Le Isole Canarie: Alla scoperta della flora e della fauna”.
  • 17 ottobre

Passeggiata archeologica-botanica Trastevere e Ripa condotta dalla Dott.ssa Maria Franca Valeri.

  • 24 ottobre
Dott. Antimo Palumbo, “Gli alberi de Il sussurro del mondo di Richard Powers”. 
  • 31 ottobre
Dott.ssa Maria Caterina Ranieri, “Laboratorio erboristico: casa, cura e bellezza”. 
  • 7 novembre
Prof.ssa Maria Antonietta Sinibaldi Zampaglione, “Leonardo: botanico erborista e cuoco”
  • 14 novembre
Dott. Enrico Scianca, “Camelie e giardini della Landriana”.
  • 21 novembre
Dott. Salvatore Valenziano, “L’acqua e la civiltà mediterranea”.
  • 28 novembre
Dott. Stefano Giovanardi, “Ecologia cosmica”.   
  • 5 dicembre
Dott.ssa Rosa Muoio, “Alla scoperta dell’Orto Botanico di Napoli”.
  • 12 dicembre

Prof. Franco Tassi, “Difendere Alberi e Foreste per salvare il Clima”.     

 

  • 19 dicembre
ore 15,30 Incontro in ricordo di Maria Livia e Giorgio Ardigò- ore 16- Assemblea dei Soci- ore 16,30  Presentazione dei libri ” Luoghi segreti a due passi da Roma ” a cura del dott. Luigi Plos.
  • 9 gennaio

Dott.ssa Anna Lisa Somma, “Spigolature di botanica fantastica nella letteratura italiana del ‘900″.

  • 16 gennaio

Concorso fotografico.

  • 23 gennaio

Prof. Enrico Migliaccio, “Preziosa biodiversità dell’ecosistema forestale”.

  • 30 gennaio
Dott. Roberto Grassetti, “La lotta biologica”. 

“Gingko biloba L. tra passato e presente. Caratteristiche tassonomiche, usi erboristici e presenza nella città di Roma” di Giovanni Buccomino

Cliccando qui sotto sul file è possibile scaricare la presentazione dell’intervento.

“Abbraccia e difendi i tuoi alberi” di Francisco Merli Panteghini

La presentazione in formato PFD è scaricabile cliccando qui sotto sul file.

“El Jardin Botanico de Miranda de Ebro” di Andrea Lezzi

La conferenza illustra un piccolo ma ben curato giardino botanico spagnolo situato 70 Km a sud di Bilbao, nella località di Miranda de Ebro, posta a 471 m slm sulle rive del fiume più lungo di Spagna, l’Ebro. L’area del giardino occupa circa 2400 metri quadrati attigui ad un ex convento ed è situato nello spazio destinato alle antiche coltivazioni di erbe medicinali ed orto fin dal XVI secolo. Esso è diviso in 7 terrazze che si adattano perfettamente alla forte pendenza della collina, identificate ognuna da una tipologia diversa di piante: le rose, le piante da frutto, le aromatiche, i cactus, le mediterranee, le rampicanti e le autoctone. Fino al 1989 erano ancora presenti le suore, dal 1990 il giardino è stato acquisito dal Comune e, dopo i lavori protrattisi fino al 1998 con uno scrupoloso rispetto del terrazzamento a scaloni, è stato aperto il Jardin Botanico che comprende più di 700 varietà di piante diverse.

Tra le Rosacee ricordiamo l’Exochorda macrantha dai bei fiori bianchi a 5 petali ed il Prunus lusitanica, alberello dai giovani rami di colore rosso.

Tra gli alberi da frutto degno di nota il nocciolo contorto Corylus avellana contorta, splendido a fine inverno per poterne apprezzare la forma dei rami ed i lunghi amenti gialli.

Le erbe aromatiche comprendono rosmarini, mente, salvie.

Numerosi gli esemplari di piante grasse esposte: mammillarie, opunzie, echinopsis.

Tra le piante mediterranee presenti ricordiamo il Cistus laurifolius dai grandi fiori bianchi e dalle foglie a forma di alloro e l’Ilex castaneifolia dalle foglie che ricordano quelle del castagno.

Tra le piante rampicanti lo splendido esemplare di Actinidia kolomikta caratterizzato da foglie variegate verdi e bianche che in autunno virano rispettivamente sul ruggine e sull’arancione.

Tra le piante autoctone l’Ilex aquifolium myrtifolia che produce una grande quantità di polline ed è quindi un eccellente impollinatore. La conferenza si è chiusa con una breve descrizione del Jardin Botanico di Bilbao e delle piante più interessanti ivi presenti.