Prossimi eventi

Nessun evento trovato

Aggiornamenti Email

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere gli aggiornamenti dei nuovi articoli pubblicati direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Unisciti a 171 altri iscritti

“La flora artica e l’orto botanico più a nord del mondo“ di Andrea Lezzi

La flora islandese è caratterizzata dallo svilupparsi in una regione interamente vulcanica, posta poco sotto il circolo polare artico.

Svartifoss

A causa di ciò in Islanda non sono presenti alberi autoctoni ed i pochi che sono presenti sono stati piantati dall’uomo e vegetano in condizioni estreme.

Sono invece presenti muschi e licheni che colonizzano le colate laviche,fiori ed arbusti che riescono a vegetare nella bella, seppur corta, stagione estiva essendo il suolo per la maggior parte dell’anno coperto dalla neve.

Flora islandese

Esempio ne è il fiore nazionale islandese, il Camedrio alpino (Dryas octopetala).

 Camedrio alpino Dryas octopetala Rosacee Islanda

Il paesaggio è caratterizzato inoltre da enormi ghiacciai perenni il più imponente dei quali è il Vatnajokull che copre l’8% della superficie della nazione.

Vatnajokull 8% superficie Islanda

Tali ghiacciai formano imponenti cascate.

 Godafoss

L’Orto Botanico di Akureyri è l’orto botanico più a Nord del mondo trovandosi a soli 100 Km dal circolo polare artico ed è visitabile solo da giugno a settembre.

È stato aperto come primo parco pubblico islandese nel 1912 e come orto botanico nel 1957; vi si trovano 7000 piante di cui 400 viventi nella flora islandese.

Saxifraga nivalis Sassifragacee Circolo polare artico

Oltre alla flora artica sono presenti piante dalle zone montuose di tutto il mondo.

Sedum stenopetalum Crassulacee Montagne rocciose ColoradoPulsatilla albana Ranuncolacee Caucaso N Turchia Arnebia pulchra Boraginacee Caucaso Primula denticulata Primulacee Afghanistan SE Tibet

Vicino al geiser di Stokkur è presente l’orchidea autoctona islandese Platanthera hyperborea.Stokkur Platanthera hyperborea, Orchidacee, Islanda